Contenuto della pagina

LE PRESTAZIONI DELLA SEZ. II

Gli iscritti alla sezione II nella fase di accumulo possono esercitare una serie di diritti per valersi della loro posizione accumulata:
 
-       richiedere una anticipazione, cioè esercitare il diritto di prelevare una parte della propria posizione individuale in essere presso il Fondo.
 
La legge stabilisce alcune condizioni per esercitare tale diritto, diverse a seconda della motivazione per cui si richiede l’anticipazione, relative alle tempistiche e importi massimi concedibili (confronta la tabella).
 

Motivazione Quando Importo
Spese sanitarie Sempre Fino al 75% dell’importo accumulato
Acquisto e/o interventi di ristrutturazione sulla prima casa di abitazione per se e/o per i figli
 
Dopo 8 anni di iscrizione alla previdenza complementare Fino al 75% dell’importo accumulato
Esigenze varie dell’iscritto anche non specificate
 
Dopo 8 anni di iscrizione alla previdenza complementare Fino al 30% dell’importo accumulato
 
E’ possibile richiedere più anticipazioni in tempi successivi tenendo presente che le somme complessivamente percepite non possono eccedere il 75% della posizione individuale maturata, intendendo come tale quella in essere al momento della richiesta di anticipazione aumentata degli importi delle anticipazioni già percepite. L’ammontare delle somme anticipabili (salvo quelle richieste per esigenze varie) non può comunque superare l’onere effettivamente sostenuto e documentato con riferimento alla specifica motivazione.
 
Nel caso la propria posizione sia allocata su più linee di investimento, le eventuali somme da anticipare saranno prelevate, in mancanza di esplicita richiesta, in proporzione al peso di ciascuna linea di investimento.
 
Per richiedere una anticipazione accedi all’area riservata dedicata alla Sez. II, dove potrai consultare la tua situazione (ammontare, anticipi già richiesti), con l’indicazione degli importi richiedibili, ed inoltrare al Fondo la tua richiesta tramite l’apposita funzione. All’interno della stessa area, potrai inoltre consultare lo stato di lavorazione della tua richiesta.

Attenzione: per le anticipazioni per spese sanitarie e acquisto/ristrutturazione della casa, una volta completato l’inserimento nell’area riservata, le domande dovranno essere inviate al Fondo e verranno esaminate soltanto se corredate dalla prevista documentazione di spesa.  

Per maggiori informazioni leggi il regolamento sulle anticipazioni e verifica nell’area riservata l’ammontare della tua posizione e quanto potresti richiedere come anticipazione.
 
-       richiedere il riscattodella propria posizione in caso di perdita dei requisiti di partecipazione al fondo per cessazione del rapporto di lavoro con il Gruppo UniCredit per qualunque motivazione.
 
 
Il riscatto può essere totale o parziale secondo i casi riepilogati nella tabelle che segue.
 
Causali di Riscatto Importo
Stato di invalidità permanente che comporti inidoneità assoluta all'attività lavorativa 100%
Cessazione dell'attività lavorativa con conseguente inoccupazione > 48 mesi 100%
Morte dell'iscritto prima che maturi il diritto alla prestazione pensionistica(il riscatto può essere richiesto dai beneficiari designati dall’iscritto o, in mancanza, dagli eredi) 100%
Perdita dei requisiti di partecipazione (cessazione del rapporto di lavoro con un’azienda del gruppo senza iniziare un nuovo rapporto con un’altra azienda del gruppo) 100%
Cessazione dell'attività di lavoro con conseguente inoccupazione > 12 e < 48 mesi 50%
Procedure di mobilità, cassa integrazione guadagni ordinaria e straordinaria, fondo di solidarietà 50% / 100%
 
Il Fondo provvede al riscatto della posizione individuale nel termine massimo di sei mesi.
 
Puoi richiedere il riscatto compilando il modulo relativo che trovi nella sezione “Modulistica” e inviarlo al Fondo.
 
- richiedere il trasferimentodella propria posizione ad altro Fondo pensione nei casi:
o   di perdita dei requisiti di partecipazione per cessazione del rapporto di lavoro con il Gruppo UniCredit e reimpiego presso altra Società: è possibile trasferire la posizione individuale maturata alla forma pensionistica complementare collegata alla nuova attività lavorativa;
o   per effetto di scelta volontaria: decorsi due anni di iscrizione è possibile trasferire l’intera posizione individuale presso un’altra forma pensionistica complementare sia collettiva che individuale.
 
Per richiedere il trasferimento della posizione individuale puoi utilizzare il modulo disponibile nella sezione “Modulistica” e inviarlo al Fondo.
 
Il Fondo provvede al trasferimento della posizione individuale nel termine massimo di sei mesi.
 
E’ possibile anche richiedere un trasferimento in entrata, cioè trasferire la posizione individuale maturata presso altra forma pensionistica verso il Fondo di Gruppo.
 
Il trasferimento è una operazione “fiscalmente” neutrale, cioè non è soggetta a tassazione.
 
 
Se hai raggiunto i requisiti per l’erogazione della prestazione pensionistica, cioè hai maturato il diritto alla pensione INPS e almeno cinque anni di partecipazione alle forme pensionistiche complementari, puoi:
 
-       richiedere l’erogazione della prestazione pensionistica in forma di capitale:
 
o   se sei un “vecchio iscritto” (iscritto alla previdenza complementare prima del 29 aprile 1993), fino al 100% del montante maturato;
 
o   se sei un “nuovo iscritto” (iscritto alla previdenza complementare dopo il 29 aprile 1993), nel limite del 50% del montante maturato. Eccezionalmente, fino al 100% del montante maturato se l'importo che si ottiene convertendo in rendita il 70% della posizione individuale maturata risulti inferiore al 50% dell'assegno sociale;
 
-       richiedere l’erogazione della prestazione pensionistica in forma di rendita per un importo pari al 100% del montante maturato oppure a completamento di quanto richiesto in forma capitale.

Le prestazioni pensionistiche erogate in rendita sono normate da apposito “Regolamento per l’erogazione diretta delle prestazioni pensionistiche in forma di rendita“ pubblicato nella sezione “Il tuo Fondo » La Normativa » Normativa del Fondo pensione”.
L’importo della prestazione si ottiene moltiplicando l’ammontare della posizione individuale maturata al momento della nascita del diritto, al netto di quanto corrisposto in capitale, per un coefficiente di conversione determinato attuarialmente. Tali coefficienti sono determinati in funzione dell’età e del sesso del partecipante, dell’eventuale beneficiario di reversibilità indicato e della tipologia di rendita scelta dall’aderente utilizzando basi tecniche fatte proprie del Fondo pensione (tavole di sopravvivenza desunte dall’esperienza reale dei partecipanti al Fondo, differenziate in base al sesso,  tasso tecnico di rivalutazione delle rendite pari al 1,5%).
 
Puoi verificare l’ammontare della posizione individuale maturata, accedendo all’area riservata, nella sezione “Evoluzione posizione” e nella tabella che segue trovi le indicazioni sui coefficienti di conversione per poter effettuare una stima della tua prestazione in rendita nel caso erogazione di “rendita immediata diretta”, e fare una valutazione sintetica e prospettica del programma previdenziale. Infatti i coefficienti  sono basati su procedure di stima e su ipotesi di calcolo che potranno trovare conferma solo al momento della nascita del diritto alla prestazione.

                  Prospetto per coefficiente da capitale a rendita Diretta
                  Rendita annua posticipata con frazionamento mensile
                                          Tasso tecnico 1,5%
 
Età Maschi Femmine
50 0,03653 0,03375
51 0,03730 0,03438
52 0,03811 0,03504
53 0,03897 0,03574
54 0,03987 0,03648
55 0,04083 0,03725
56 0,04182 0,03807
57 0,04291 0,03893
58 0,04405 0,03985
59 0,04525 0,04082
60 0,04653 0,04185
61 0,04790 0,04295
62 0,04936 0,04413
63 0,05093 0,04538
64 0,05262 0,04673
65 0,05443 0,04817
66 0,05638 0,04972
67 0,05848 0,05138
68 0,06076 0,05318
69 0,06323 0,05513
70 0,06591 0,05724
 
AVVERTENZA: la prestazione pensionistica stimata potrà risultare differente da quella effettiva, considerando che:
 
  • I coefficienti sopra riportati si riferiscono esclusivamente alla tipologia di “rendita immediata diretta” senza reversibilità (lettera a art. 2 del suddetto regolamento)
  • A tali coefficienti potrà essere applicata una trattenuta ai sensi delle normative previdenziali vigenti tempo per tempo 
  • I coefficienti vengono espressi per età intere; la personalizzazione del calcolo che tenga conto dell’effettiva data di decorrenza viene eseguita solo al momento della richiesta
  • Viene escluso il trattamento fiscale


Alcuni di questi diritti sono collegati alla perdita dei requisiti di partecipazione al fondo, come in caso di cessazione del rapporto di lavoro, dove è possibile decidere di:
-  mantenere la posizione individuale accantonata presso il Fondo, anche in assenza di contribuzione. In tal caso la posizione individuale verrà aggiornata con i soli rendimenti derivanti dalla gestione delle risorse e sarà successivamente riscattabile o trasferibile ad altro Fondo Pensione;
-  trasferire la propria posizione ad altro Fondo Pensione;
-  riscattare la propria posizione secondo le regole di seguito indicate.
 
 
Puoi richiedere una prestazione pensionistica compilando il relativo modulo disponibile nella sezione “Modulistica” e inviarlo al Fondo.
 
> accedi all’area riservata per verificare l’ammontare della tua posizione <

Torna in cima alla pagina Form di accesso all'area riservata La Previdenza complementare La Gestione del Patrimonio Comunicati agli Iscritti Contatti Glossario Domande più frequenti News Eventi Calcola la tua Pensione