Home   »  Il tuo Fondo   »  Conoscere il Fondo
Contenuto della pagina

CONOSCERE IL FONDO

Il Fondo Pensione opera in regime di contribuzione definita, vale a dire che l’ammontare della contribuzione è prefissato mentre la rendita pensionistica è calcolata:
-          sulla base dei contributi versati (Sezione I);
-          sulla base del capitale accumulato attraverso l’investimento dei contributi versati ed i relativi rendimenti (Sezione II).
 
Il Fondo è infatti strutturato in due Sezioni:
 
■ la Sezione I, a capitalizzazione collettiva, alla quale partecipano:
-  i dipendenti assunti al Credito Italiano prima del 28 aprile 1993;
-  i dipendenti assunti a partire da tale data ed entro il 31 maggio 2007, che hanno aderito alla Sezione I risultando già iscritti ad una forma di previdenza complementare prima del 28 aprile 1993.
 
■ la Sezione II, a capitalizzazione individuale, alla quale risultano iscritti:
- i dipendenti assunti dal 28 aprile 1993 privi del requisito di una precedente iscrizione ad una forma pensionistica complementare;
- i dipendenti assunti dopo il 31 maggio 2007 o che dopo tale data hanno trasferito la posizione da altri fondi pensione operanti nel Gruppo, volontariamente o per effetto di accordi sindacali;
- gli iscritti alla sezione I (solo limitatamente al conferimento del TFR al Fondo e/o di versamento di eventuali contributi volontari).
 
La Sezione II è strutturata secondo una gestione multicomparto che si articola in quattro linee di investimento. La gestione multicomparto risponde all’esigenza di fornire agli iscritti la possibilità di scegliere tra diverse linee d’investimento caratterizzate da diversi profili di rischio e rendimento. La linea di investimento meno rischiosa è quella “garantita”, che offre agli iscritti un rendimento atteso allineato all’indicizzazione del TFR. Le altre linee propongono, a fronte di una maggiore volatilità, rendimenti attesi via via crescenti rispetto a quello del TFR.
 
La denominazione dei  tre comparti finanziari richiama un teorico orizzonte temporale di riferimento che dovrebbe agevolare gli iscritti a fare scelte coerenti con la vita professionale residua.
 
La gestione delle risorse finanziarie delle due Sezioni attualmente avviene attraverso due veicoli di diritto Lussemburghese, gestiti da strutture di diretta emanazione del CDA del Fondo, che operano in coerenza con le linee guida di investimento adottate dal Fondo.
 
l primo veicolo è una SICAV (Società di Investimento a Capitale Variabile)  (denominata “Effepilux”), mentre il secondo veicolo è una SIF (Società Immobiliare Finanziaria) –SICAV
 
Riallocazione della posizione individuale ( “switch“)
 
Come da Art.5 del regolamento multicomparto, trascorso almeno un anno dalla data della scelta iniziale, l’iscritto può modificare con cadenza annuale la scelta della/e linea/e di investimento, sulle quali allocare le contribuzioni .
La scelta deve essere effettuata a mezzo di apposita dichiarazione da far pervenire al Fondo entro il 30 giugno con efficacia dal 31 luglio successivo. Essa ha effetto sia sulla posizione in essere che sulle contribuzioni future.
Qualora la scelta riguardasse due linee di investimento dovrà essere indicato il peso di ciascuna linea con un minimo del 20% e per multipli di 10.

Torna in cima alla pagina Form di accesso all'area riservata La Previdenza complementare La Gestione del Patrimonio Comunicati agli Iscritti Contatti Glossario Domande più frequenti News Eventi Calcola la tua Pensione